Passa ai contenuti principali

L'amica geniale - Elena Ferrante


 Tetralogia (sì, ho messo solo 3 copertine perché l'ultimo non l'ho ancora letto) della scrittrice Elena Ferrante che narra la vita, dall'infanzia alla maturità, di due amiche: Elena (la voce narrante) e Lila. 

La storia si svolge in un quartiere in periferia di Napoli dove le due protagoniste vivono. Prepotenza e camorra, povertà e sottomissione ma anche voglia di riscatto, di una vita migliore. Chissà come andranno le cose.



L'amicizia tra Elena, detta Lena, e Lila o Lina, la definirei atipica, complicata sia dal corso degli eventi, ma anche dai loro caratteri differenti: Lila è forte, scaltra, molto intelligente, creativa ma come la stessa Elena ci dice fin dalle prime pagine, anche cattiva e cinica. Lena invece è una brava ragazza, intelligente anch'essa e disciplinata ma molto insicura (spesso avrete voglia di schiaffeggiarla o scuoterla).

Sono presenti anche numerosissimi altri personaggi, tutti ben caratterizzati ma sono sicura che i Solara e i Sarratore vi colpiranno più degli altri... in senso negativo, anche perché non credo che questo sia un romanzo positivo e ottimista.


La storia è circondata, invasa e influenzata dagli eventi storici che si verificarono a partire dagli anni '50 ai giorni nostri, non solo nel rione napoletano ma anche in generale, in tutta Italia.

Leggendo vi sembrerà di essere un personaggio del libro, non solo per i fatti storici che influenzano la vita degli abitanti del rione (e in seguito anche Pisa e Firenze) ma anche per le bellissime descrizioni delle vie e dei paesaggi di Napoli e Ischia. 
Molto interessante è stato vedere i rapporti familiari di quel periodo, la sottomissione della donna (che pian piano inizierà ad emanciparsi), le regole d'onore, le risse, l'educazione ma anche i giochi d'infanzia e la scuola. 


I capitoli sono sempre molto brevi, cosa che adoro, la scrittura è scorrevole, semplice ma non banale. La trama è ricca di eventi, colpi di scena e offre parecchi spunti di riflessione ma narrato in modo incalzante e a parer mio, mai noioso (qualcuno l'ha definito pesante ma secondo me non lo è affatto), anzi, coinvolgente ed emozionante. 

Non potrete non empatizzare con i personaggi, criticarli, odiarli o amarli. 


Post popolari in questo blog

The Classics Book Tag

1. An overhyped classic you really didn't like "Cime tempestose" - Emily Bronte (Wuthering Heights) 
Amo le storie romantiche, non esattamente zuccherose ma devono assolutamente avere un lieto fine.  Inoltre Catherine Earnshaw è proprio insopportabile, e lo dice una che adora Rossella O'Hara! Credo che più di tutto, non le abbia mai perdonato l'aver trattato a quel modo il povero Heathcliff. 



2. Favorite time period to read about
Dato che la mia autrice preferita è Jane Austen, potrei rispondere i romanzi ambientati nell'800 ma in realtà mi piacciono le belle storie, non importa in che periodo storico siano ambientate o siano state scritte. 
3. Favorite fairy-tale    
Da piccola non mi piacevano le favole o cartoni con principesse, preferivo quelle i cui protagonisti erano degli animali. Quella che preferivo era "I musicanti di Brema" dei fratelli Grimm. Una storia davvero simpatica con un asino un cane, un gatto e un gallo. 

4. What is the most embaressed …

WWW WEDNESDAY #1

WWW WEDNESDAY
1.Cosa stai leggendo? 
10 piccoli indiani di Agatha Christie: un giallo vecchio stile, primo libro che leggo di questa leggendaria autrice  e
il regno dei lupi di George Martin: terzo libro della saga "Cronache del ghiaccio e del fuoco" 


2.Cosa hai appena finito di leggere? 

L'amore ai tempi del colera di Garcia Marquez e lo hobbit di Tolkien



3. Cosa pensi leggerai in seguito?


La crociera di Virginia Woolf

Libri di Aprile

Harry Potter and the sorcerer's stone by J.K. Rowling
Primo libro della saga del maghetto con la cicatrice sulla fronte, letto in inglese come potete capire dal titolo con l'aiuto dell'audio libro per una pronuncia corretta. Il libro inizia con un prologo in cui il mondo magico festeggia la sconfitta di colui-che-non-deve-essere-nominato (Voldemort) e un piccolo bambino di nome Harry Potter che gli è sopravvissuto. Harry verrà affidato a sua zia, la sorella della mamma, Petunia che vive insieme a suo marito Vernon e suo figlio, dell'età di Harry, Dudley in Privet Drive n 4. Nei primi 11 anni della sua vita insieme alla famiglia Dursley, Harry non avrà vita facile; i Dursley infatti non accettano la magia e trattano Harry come se fosse un peso, la sua camera da letto è un ripostiglio, non si festeggia il suo compleanno e indossa solo gli abiti smessi di suo cugino Dudley, un ragazzino molto più grasso di lui. Nemmeno Dudley nutre una forte simpatia per Harry, anzi lo odi…